fbpx
Formazione, Cybersecurity, Web Agency
Formazione, Cybersecurity, Web Agency

Digitalizziamo la tua azienda

La trasformazione digitale è l'integrazione della tecnologia digitale in tutte le aree di un'azienda, cambiando radicalmente il modo in cui operi e fornisci valore ai clienti. È anche un cambiamento culturale che richiede alle organizzazioni di sfidare continuamente lo status quo, sperimentare e sentirsi a proprio agio con il fallimento.

La trasformazione digitale è fondamentale per tutte le aziende, dalla piccola impresa alle più grandi. Questo messaggio arriva forte e chiaro tavola rotonda, articolo o studio relativo a come le aziende possono rimanere competitive e rilevanti mentre il mondo diventa sempre più digitale. Ciò che non è chiaro a molti leader aziendali è cosa significhi la trasformazione digitale. È solo un modo accattivante per dire passare al cloud? Quali sono i passaggi specifici che dobbiamo compiere? Quali parti della strategia aziendale devono cambiare? Ne vale davvero la pena?

Poiché la trasformazione digitale avrà un aspetto diverso per ogni azienda, può essere difficile individuare una definizione che si applichi a tutte. Tuttavia, in termini generali, definiamo la trasformazione digitale come l'integrazione della tecnologia digitale in tutte le aree aziendali che determina cambiamenti fondamentali nel modo in cui le aziende operano e nel modo in cui forniscono valore ai clienti. Oltre a ciò, è un cambiamento culturale che richiede alle organizzazioni di sfidare continuamente lo status quo, sperimentare spesso e sentirsi a proprio agio con il cambiamento. Questo a volte significa abbandonare i processi aziendali di vecchia data su cui le aziende sono state costruite a favore di pratiche relativamente nuove che sono ancora in fase di definizione.

 

Perché la trasformazione digitale è importante?

Un'azienda può affrontare la trasformazione digitale per diversi motivi. Ma di gran lunga, la ragione più probabile è che devono: è un problema di sopravvivenza. Sulla scia della pandemia, la capacità di un'organizzazione di adattarsi rapidamente alle interruzioni della catena di approvvigionamento, alle pressioni del mercato che cambia e alle aspettative dei clienti in rapido cambiamento è diventata fondamentale.

Che aspetto ha un progetto di trasformazione digitale?

Sebbene la trasformazione digitale varierà ampiamente in base alle sfide e alle richieste specifiche dell'organizzazione, ci sono alcune costanti e temi comuni tra i casi di studio esistenti e i framework pubblicati che tutti i leader aziendali e tecnologici dovrebbero considerare mentre intraprendono la trasformazione digitale.

Ad esempio, questi elementi di trasformazione digitale sono spesso citati:

  • Esperienza del cliente
  • Agilità operativa
  • Cultura e leadership
  • Abilitazione della forza lavoro
  • Integrazione della tecnologia digitale

Il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), nello stabilire quali sono gli interventi finanziabili per la digitalizzazione delle PMI e, più in generale, delle imprese italiane, ha di fatto dato una definizione di digitalizzazione che fa riferimento alla dotazione di hardware, software o servizi specialistici che permettono di:

  • Modernizzare l’organizzazione del lavoro, implementando tecnologie digitali e nuovi modelli di lavoro flessibile, lavoro agile e Smart Working
  • Migliorare l’efficienza dei processi operativi
  • Sviluppare nuovi modelli di vendita come l’eCommerce
  • Adottare reti di comunicazione a banda larga (broadband), ultralarga (ultra broadband) o basate su reti satellitari
  • Fornire formazione qualificata al personale negli ambiti delle tecnologie digitali e ICT

Quali sono i vantaggi della digitalizzazione delle PMI

Digitalizzare significa, in buona sostanza, semplificare, automatizzare, smaterializzare, adottare processi guidati dai dati (o, come sentiamo spesso dire, data driven), ottimizzare, risparmiare, efficientare, guadagnare competitività. Ecco un elenco, assolutamente non esaustivo, dei vantaggi della digitalizzazione delle PMI:

Performance: i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale nelle PMI evidenziano come le realtà più mature dal punto di vista della digitalizzazione ottengono performance economico-finanziarie migliori: +28% di utile netto, +18% di profitti, +11% di EBITDA, in media.
Efficienza: la digitalizzazione si accompagna solitamente a un aumento delle prestazioni complessive di macchinari e impianti produttivi, a una riduzione dei consumi, all’ottimizzazione delle scorte.
Continuità operativa: i processi digitalizzati sono il fondamento della business continuity, ovvero della capacità dell’azienda di continuare a svolgere le proprie attività anche a fronte di eventi avversi. Non esiste continuità operativa senza digitalizzazione.
Agilità: la digitalizzazione dei processi assicura alle aziende, e alle PMI in particolare, la capacità di adattare in modo rapido il business alle mutevoli esigenze del mercato e all’evoluzione dell’ambiente competitivo.
Competitività: l’eCommerce e il business online rappresentano un boost, ovvero un acceleratore dei processi di internazionalizzazione ed espansione in nuovi mercati.
Collaborazione: digitalizzare significa mettere dipendenti e manager, ma anche i partner di filiera, in condizione di collaborare in modo proficuo e ricco, spesso in tempo reale.
Resilienza: la pandemia ha imposto a molte PMI di ripensare la gestione delle scorte e l’intero assetto della supply chain. La digitalizzazione pervasiva dei processi aziendali permette di rendere più fluidi e trasparenti i rapporti di filiera abilitando anche gestione proattiva delle possibili interruzioni.

Come posso iniziare la trasformazione digitale?
Se tutto questo ti fa sentire tristemente indietro, non temere. Una nostra consulenza può analizzare il fabbisogno della tua azienda e suggerire il percorso da intraprendere. Un percorso graduale e sicuro che porterà l'azienda su un altro livello, con la soddisfazione di tutti gli addetti ai lavori.

Digitalizzare significa andare ben oltre la possibilità di eliminare i documenti cartacei dagli uffici. Significa piuttosto adattare e riadattare i processi aziendali di back e front office alle nuove esigenze di modernità, agilità, resilienza e gestione data driven. Una tendenza che nelle PMI assume la valenza di un vero e proprio cambio di passo strategico. Digitalizzare significa, infatti, riuscire a soddisfare meglio i bisogni dei propri clienti e, in alcuni casi, trasformare completamente il business reinventandosi all’insegna di modelli strategici innovativi.

Gli strumenti tecnologici ci sono e sono oggi alla portata delle realtà di qualsiasi dimensione, grazie soprattutto alle agevolazioni previste a livello europeo, nazionale e regionale. L’ostacolo principale, come evidenziava anche la scorsa edizione dell’Osservatorio Innovazione Digitale nelle PMI, rimane quello delle competenze digitali e delle soft skill, con ben il 42% delle aziende intervistate che ammette di avere competenze digitali basse o distribuite in maniera poco omogenea nel personale. Cosa, questa, che rende difficile introdurre o utilizzare in modo diffuso le nuove tecnologie e rivedere i processi e i flussi di lavoro alla luce del digitale.

Chiedi una consulenza, compila il modulo o chiama il n. 339 8092090.